Riso arborio freddo con pesto alle erbe aromatiche e tartare di pesce spada marinato al lime e zenzero

Ingredienti:

360 g Riso Superfino Arborio La Veronese

500 g di erbe e odori (basilico, prezzemolo, timo, finocchietto, menta, salvia, alloro, erba cipollina, mirto, aneto e origano fresco)

una radice di zenzero

1 trancio di pesce spada fresco abbattuto

un cucchiaio di capperi in fiore

100 g di pistacchi non salati

paprika dolce q.b.

semi di sesamo nero q.b.

olio evo e sale e pepe q.b.

Preparazione

Cuocere il riso per 12/15 minuti in abbondante acqua con l’aggiunta di un filo d’olio, il succo di un limone spremuto ed il succo dello zenzero privato della scorza e grattugiato. Scolare il riso ancora al dente e passarlo eventualmente in acqua e ghiaccio, quindi lasciarlo raffreddare.

A partre con un robot da cucina preparare il pesto verde frullando tutte le erbe e gli odori, unitamente all’olio evo, i capperi in fiore ed i pistacchi non salati. Emulsionare il tutto sino ad ottenere un pesto leggermente cremoso. Aggiungere in fine a piacere pepe.

Tagliare a coltello il pesce spada a tartare, quindi marinarlo con il lime e zenzero spremuti, unendo olio e.v.o., paprika dolce e un cucchiaio di uva passa dolce, precedentemente ammollata in acqua tiepida.

in una ciotola unire il pesto al riso, mescolarlo con cura. Se necessario aggiungere olio a crudo.

Impiattare il riso con un coppapasta, con la tartare di spada marinato, granella di pistacchi, paprika dolce, uva passa, capperi in fiore e semi di sesamo.

Articoli più letti

logo-operatore-controllato
logo-euk
logo-validit
logo-exova